Per sempre nel cuore - ASD Università bocconCINO

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

bibi
bibi
bibi uniboc
Bibi 01/01/06 - 01/06/17

Amore immenso era il tuo nome! Sono stata una persona molto fortunata grazie a te! Ho conosciuto quello che di più bello la vita può offrire! Ho avuto un amore immenso come poche volte succede, ho avuto te!
Tu  così perfetta, sempre, in ogni occasione, equilibrata, vivace, intelligente e soprattutto di una sensibilità mostruosa, non avevo segreti per te, ti bastava guardarmi e sapevi già tutto!
Ho cercato di ricambiare amore mio, come potevo e con tutte le piccolezze e i limiti dell'essere umano...,
abbiamo condiviso tutto, sei riuscita a farmi amare cose che odiavo, eri presente sempre...
Abbiamo lottato praticamente da quando sei nata, prima contro una malattia brutta ma che abbiamo sconfitto e ti ha permesso di fare quello che più amavi, agility, con tutta te stessa, con il cuore e con l'anima e senza risparmiarti in niente, tu volevi e tu facevi!!! Mi hai regalato momenti meravigliosi, emozioni stupende e quello che era veramente fantastico era che tu eri li pronta per me! Ero il tuo mondo e tu eri il mio.
11 anni per un cane sono troppo pochi, per tutti i cani, ma per te proprio non era giusto!
Questa brutta malattia che ti ha portato via ha limitato il tuo corpo ma la tua testa mai, VOLEVI VIVERE! VOLEVI CORRERE! VOLEVI FARE AGILITY!
L'abbiamo fatto, ci abbiamo provato e lottato fino all'ultimo, non hai mollato, mai un lamento e anche quando il dolore era insopportabile tu andavi avanti!
NON  TI SARESTI ARRESA MAI!
Sono stati i 6 mesi più brutti della nostra vita, resi belli solo da te, dalla tua forza e dalla tua grandezza!
Abbiamo perso questa battaglia, ho dovuto lasciarti andare, ma io posso dire che l'AMORE QUELLO VERO IO L'HO TOCCATO OGNI VOLTA CHE TI ACCAREZZAVO! E' stato così fino all'ultimo battito del tuo cuore!
Adesso è li che sei, custodita gelosamente, ogni ricordo, ogni momento, ogni emozione è forte dentro di me, nel cuore ci sei TU, anima mia!
Grazie Bibi, grazie per tutto, soprattutto per essere stata mia da sempre!
Ti amo immenso amore, vorrei poter credere ed immaginarti felice, libera dal dolore, libera da anche tenute insieme da viti, libera e felice di correre insieme a Penny, Carolotta, Elsa e Perla.
La tua mamma e il tuo papà.

Questa e per te e per tutti i cani!
"I cani non muoiono mai. Non sanno come farlo. Diventano stanchi e vecchi, le loro ossa iniziano a far male. Naturalmente non muoiono. Ovviamente se morissero non vorrebbero andare a spasso continuamente, tuttavia vogliono andare a passeggio, anche se le loro vecchie ossa a lungo dicono: “no, non è una buona idea. Non andiamo a passeggio”. Loro vogliono sempre andare a passeggio. Anche se il passo successivo significa che i loro vecchi tendini non li reggeranno in piedi, anche così loro vorranno andare avanti.
Non è che non amino la tua compagnia. Il contrario, la passeggiata con te per loro è tutto. La sinfonia di odori, che li avvolge è il loro mondo. La cacca di un gatto, l’odore di un altro cane, i resti di un uccello in putrefazione, e (certamente) te. Questo è quello che rende il loro mondo ideale, e in un mondo ideale non c’è posto per la morte.
Tuttavia i cani diventano molto sonnolenti. E questo è il nocciolo della questione. Non lo insegnano nell’università dove viene spiegato cosa sono i quark, i gluoni e l’economia di Keynes. Lì sanno talmente tante cose, che dimenticano che i cani non muoiono. È veramente un peccato. I cani hanno così tante cose positive, mentre gli uomini sanno solo parlare.
Quando pensi, che il tuo cane è morto, lui si è semplicemente addormentato nel tuo cuore. Continuano a scodinzolare, per questo motivo il tuo cuore duole e piangi sempre. Chi non piangerebbe avendo un cane felice e scodinzolante nella propria gabbia toracica. Ahi! Loro scodinzolano quando si svegliano li. In quel momento dicono: “Grazie! Grazie del caldo luogo per dormire, in aggiunta è così vicino al tuo cuore, è il posto migliore!”.
Inizialmente si svegliano di continuo, per questo motivo piangi sempre. La loro coda scodinzola. Ma con il passare del tempo dormo sempre più a lungo (ricorda che lo scorrere del tempo per i cani è diverso da quello degli esseri umani. Vai con il cane a passeggio, e per lui l’intera giornata è trascorsa in un’ora. Poi torni a casa e tempo che uscirai di nuovo per lui sarà trascorsa una settimana o per lo meno qualche giorno prima che tu riesca con lui. Non stupisce quindi il perché loro amino tanto le passeggiate).
In ogni modo come ho già detto, loro si addormentano nel tuo cuore, e quando si svegliano iniziano a scodinzolare. Dopo qualche anno canino, dormono sempre più a lungo, quindi anche tu puoi. Per tutta la loro vita sono stati dei BRAVI CANI e lo sapete entrambi. Essere dei bravi cani per tutto il tempo è molto faticoso, soprattutto quando si è vecchi e le ossa fanno male, ma vogliono proseguire, cadono con il muso a terra e anche quando fuori piove e non si ha voglia di uscire, ma anche in quel caso si esce per una pipì, perché è così che si comportano i bravi cani. Quindi capisci che dopo una cosa del genere ha bisogno di riposare nel tuo cuore, quindi dormiranno sempre più a lungo.
Ma non farti ingannare, loro non sono morti. Non c’è una cosa del genere. Loro dormono nel tuo cuore e si svegliano quando non te lo aspetti. Ormai loro sono così.
Sono dispiaciuto per le persone che non hanno un cane dormiente nel loro cuore. Perdono così tanto. Scusate, ma vado a piangere”.
Ernest Montague

Penny 08/11/2004 - 25/10/2013
A Penny, un desiderio di 37 anni, vissuta troppo poco!
A te amore mio che ci hai lasciato senza fare rumore, senza disturbare in punta di piedi.
A te che ho amato immensamente e senza riserve.
A te che mi hai insegnato tanto e tutti i giorni.
A te che eri la mamma di tutti i cuccioli, basta che non ne arrivasse un altro bianco e nero a casa nostra.
A te che hai cresciuto due border scatenate senza battere ciglio, risuscivi a sedare risse, a calmare animi e a sopportare momenti dei cuccioli che nemmeno un santo sa fare....
A te che non ti sei mai lamentata anche quando stavi male.
A te che preferivi una  scorpacciata di biscotti ad un bel giro di agility (ma chi se ne frega!)
A te che amavi tutte le persone e avresti fatto festa, anche ai ladri...
A te che in ogni momento mi dicevi che ero tua... ed era vero amore...  nell'anima e nel cuore ed è li che sei ora!
A te che mai avrei pensato di provare un dolore così grande, così presto!!
A te che anche nella morte sei riuscita ad insegnarmi qualcosa, chi è AMICO e chi no!
A te che non sei più con me, ma da dentro al mio cuore e dalla mia anima non ti strapperà mai nessuno...
A te che mi manchi in ogni momento... la mia bionda!
A te che hai reso tutto più bello e pieno di amore.... ed io, una persona migliore....
Per tutto piccola grande  Penny GRAZIE, corri felice e mangia tutti i biscotti che vuoi... Saluta gli altri che sono andati prima di te e aspettami un giorno arriverò anch'io con un sacchetto pieno di premietti tutti per te! Ti amo immenso amore lontano!
Rita & Alessandro

C'e' un posto in Paradiso, chiamato "Ponte dell'Arcobaleno".
Quando muore una bestiola che è stata particolarmente cara a qualcuno, questa bestiola va al ponte dell'arcobaleno.
Ci sono prati e colline per tutti i nostri amici tanto speciali così che possano correre e giocare insieme.
C'è tanto cibo, acqua e sole, ed essi sono al caldo e stanno bene.
Quelli che erano vecchi e malati sono ora forti e vigorosi. Quelli che erano feriti o storpi sono di nuovo integri e forti, come noi li ricordiamo nel sogno dei giorni e dei tempi passati.
Sono felici e contenti, tranne che per una piccola cosa: ognuno di loro sente la mancanza di qualcuno molto amato, qualcuno che hanno dovuto lasciare indietro...
Corrono e giocano insieme, ma un bel giorno uno di essi improvvisamente si ferma e guarda lontano, verso l'orizzonte. I suoi occhi lucidi sono attenti, trema per l'impazienza: tutto ad un tratto si stacca dal gruppo e comincia a correre, volando sul verde prato, sempre più veloce.
Ti ha riconosciuto, e quando finalmente sarete insieme, vi stringerete in un abbraccio pieno di gioia, per non lasciarvi più. Una pioggia di baci felici bagnerà il tuo viso; le tue mani accarezzeranno di nuovo l'amata testolina e fisserai ancora una volta i suoi fiduciosi occhietti, per tanto tempo lontano dalla tua vita ma mai assentedal tuo cuore.
Allora attraverserete, insieme, il Ponte dell'Arcobaleno.......
Autore Ignoto


 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu