Una cucciola fortunata!

Una cucciola fortunata!

Vorrei raccontare l’inizio di una storia, la bella storia di una cucciola in cerca di casa.

 

“C’era tanto caldo, a luglio, ma il rifugio era pieno di alberi che facevano ombra, pieno di belle persone che si prendevano cura… e anche il pancino era pieno finalmente!

Poi un giorno sono arrivate due ragazze, una con il pelo in testa scuro, l’altra ce l’aveva chiaro, e sorridevano tanto guardando me, la Mamma e Fratellino.

E dopo qualche giorno è tornata la ragazza con il pelo in testa scuro e diceva ad un altro ragazzo che mi chiamo Sole e che sarei andata a casa con loro molto presto.

Lì in rifugio era bello, il pancino era sempre pieno e uno spazzolone grande grande per giocare era un bel passatempo, finché un giorno il ragazzo e la ragazza sono tornati, ho salutato Mamma e Fratellino e sono andata via con loro.

Che bello stare in braccio ma che spavento: siamo saliti su una scatola e correvamo veloci, non ho mai corso così veloce con le mie zampette!!!

Siamo arrivati in un posto nuovo, è fatto così: c’è il giardino per correre e scavare, ci sono le chiocciole e le foglie per giocare, c’è tanto spazio fresco con cuscini morbidi, giochini e cose buone da sgranocchiare! C’è anche la cucciola di mamma e papà nuovi, lei mi chiama Elsa, gioca con me e dormiamo insieme, a volte si arrabbia perché mi diverto a giocare con i suoi pupazzi ma poi facciamo pace e ci coccoliamo, io le lavo il viso e lei dice sorridendo “bacini bacini bacini”… Non so cosa vuol dire ma imparerò e a lei piace!

È bello qui, e questa famiglia mi porta dappertutto, vedo tante persone e tanti bambini, ho visto il mare e ho anche nuotato,ma la cosa più bella è stato farli ridere mentre scavavo una buca grandissima sulla sabbia.

Un giorno abbiamo anche cambiato casa: era piccola ma ci dormivamo e basta, tutto il tempo lo passavamo a fare passeggiate, mettere le zampette nell’acqua del lago, vedere posti nuovi. Mi sentivo tanto stanca la sera e dormivo un po’ nel lettone, perché con le coccole si dorme molto meglio!

Torniamo sempre a casa stanchi ma contenti per aver fatto tante belle cose insieme.

In questo tempo passato insieme io sono diventata più grande, ho le zampe e la coda lunghe lunghe ma loro mi chiamano sempre “piccolina”, mi piace e spero sarà sempre così!”.

 

Ecco, mi piace immaginare che Elsa la pensi così, di certo ha portato aria nuova e profumata di coccole in famiglia; sono cambiate diverse cose, abbiamo ritmi nuovi grazie a lei, il tempo tutti e quattro insieme è più leggero e non succede più di non sapere cosa fare!

È bello averla con noi, da una sensazione di completezza, la nostra storia insieme è appena all’inizio e ci aspettano tante nuove esperienze.

E poi, con un musetto così, come si fa a resistere?

Vanessa M.